PEPPE MIALE

Attore/regista

Italia - Campania - Irpinia

email: peppemiale@yahoo.it

Ha conseguito il diploma presso l’Accademia di Arte Drammatica del TEATRO BELLINI DI NAPOLI.

Immediatamente dopo ha cominciato a lavorare presso la struttura stessa interpretando ruoli di protagonista in “Arlecchino servitore di due padroni” di C. Goldoni per la regia di Lucio Allocca, ne “Le Troiane” per la regia di Livio Galassi con Edoardo Siravo ed Erica Blanc. Successivamente fondamentale si è rivelato l’incontro con Armando Pugliese, regista straordinario grazie al quale, interpretando sempre ruoli da protagonista o da co-protagonista, ha preso parte a spettacoli di successo nazionale ed internazionale quali “Gilda Miglionette” con Lina Sastri, “Masaniello” con Massimo Venturiello; “La pelle” di Curzio Malaparte; “Molto rumore per nulla” con Mariangela D’Abbraccio, nel ruolo di Claudio.

Qualche anno dopo, per la produzione del Teatro Bellini di Napoli, interpreta, invece, nello stesso “Molto rumore per nulla”, il ruolo di Don Juan. Nell’anno 2005 sempre per il Teatro Bellini di Napoli, interpreta Petruccio nella celeberrima commedia scespiriana “La bisbetica domata”.

Con Lina Sastri, ancora, ha preso parte allo spettacolo “Assunta Spina” per la regia di Filippo Crivelli.

Non meno importante l’incontro con Renato Carpentieri con il quale la collaborazione ha avuto luogo in svariati laboratori e spettacoli, come attore e regista.

Grazie al volere del suo maestro Lucio Allocca fa parte dal 2002 dell’Associazione Culturale Theatre De Poche. La sapiente regia di Lucio lo ha guidato in spettacoli importanti quali “I figli di mamma Minnie”; “Come il signor Mockinpott si è liberato dal dolore” di Peter Weiss; “La solita cena” di Manlio Santanelli, autore rappresentato con successo in Italia e all’estero,spettacolo nel quale interpretava la parte del marito, assoluto protagonista della piece..

Attualmente lavora nella compagnia di Eduardo Tartaglia, in tournée italiana con “Questo bimbo a chi lo do?”, “La valigia sul letto”, “Ci sta un Francese, un Inglese ed un napoletano” e “I fiori del latte”, strepitosi successi comici delle ultime stagioni teatrali.

E’ impegnato, inoltre, ancora una volta nel ruolo del protagonista, in “Ladri di sogni”, spettacolo prodotto dal Teatro Diana(regia di Peppe Celentano e Vincenzo De Falco) di Napoli che tratta della figura del giovane giornalista Giancarlo Siani ucciso dalla camorra nel 1985.

È protagonista del monologo “ Juve Napoli 1-3 – la presa di Torino” di Maurizio De Giovanni, per la regia di Massimo De Matteo e la produzione de’ Le Pecore Nere, in onda per Palco e Retropalco su RAI TRE.

È tra gli interpreti principali di “Bizarra”, originalissima e inedita opera teatrale scritta da Rafael Spregelburd, messa in scena, per la terza edizione del Napoli Teatro Festival Italia, con la regia di Manuela Cherubini.

Attualmente lavora nella compagnia Ente Teatro Cronaca in uno spettacolo scritto e diretto da Eduardo Tartaglia, in tournée italiana con “Questo bimbo a chi lo do?”,dopo gli strepitosi successi comici delle ultime stagioni teatrali “La valigia sul letto”, “Ci sta un Francese, un Inglese ed un napoletano” e “I fiori del latte”. E ancora, con la propria compagnia Le Pecore Nere, è protagonista della farsa “Pulcinella e l’erede universale” per la regia di Massimo De Matteo.

In TELEVISIONE le sue più recenti presenze si rinvengono nel film per la tv “Il clan dei casalesi” (sul set al fianco di Stefano Accorsi), nella sit-com “Sette vite”, ne’“Il coraggio di Angela” (con Lunetta Savino), ne’ “La Squadra” (RAI TRE), dove ha interpretato un ruolo da co-protagonista in due puntate della serie; nel film per la tv “Luisa Sanfelice” (RAI UNO) dei fratelli Taviani, nel ruolo del nobile Caracciolo, (sul set al fianco di Laetitia Casta, Cecilia Roth, Angel Egido, Adriano Giannini, Emilio Solfrizzi , Linda Batista).

Per il CINEMA: ha girato “…Ed io ti seguo” per la regia di Maurizio Fiume, film sulla storia di Siani, “Il Mare, non c’è paragone” di e con Eduardo Tartaglia con Carlo Buccirosso , e sempre con Tartaglia “Ci sta un francese, un inglese ed un napoletano” e il più recente “La Valigia sul letto”, con Maurizio Casagrande, Biagio Izzo e Alena Seredova.

E’ protagonista di due cortometraggi pluripremiati in svariati festival nazionali: “Il viale della stazione” scritto e diretto da Giuseppe Miale Di Mauro, oggi tra i principali giovani autori riconosciuti in Italia,; e “Hakame” scritto e diretto da Michele Pagano.

Nel 2010 è coprotagonista del cortometraggio “Disabili”, vincitore al Festival del film di Giffoni del premio Amnesty International.

 

La sua prima regia teatrale, in collaborazione con Massimo De Matteo, risale all’anno 2000. “Non sono mai stato così” di Giuseppe Miale Di Mauro, , il titolo della piéce. Sempre dello stesso autore “Il salto di Andrea”, lo spettacolo andato in scena l’anno successivo sul palcoscenico del teatro Bellini di Napoli (spettacolo di cui era anche interprete). E’ del 2002 “L’ultima corsa di Fred” di Mario Gelardi e Giuseppe Miale Di Mauro con Massimo De Matteo mattatore assoluto, suo maggiore successo da regista che segna, altresì, il suo approdo al teatro musicale laddove si è avvalso della collaborazione del maestro-compositore Floriano Bocchino, del sassofonista Nicola Rando, del maestro Stefano Tatafiore, del batterista Pierluigi Villani. Lo spettacolo è stato in tournée durante la stagione 2004, (Napoli, Roma, Milano, Bellinzona fra le tappe più importanti del tour).

Renato Carpentieri ha inteso, poi, affidargli la regia di una delle sale di MUSEUM, appuntamento inderogabile del maggio culturale napoletano con la piéce scritta da Elvira Garbato tratta dal “Viaggio di Parnaso” di G. C. Cortese.

Altre regie di rilievo, che confermano le sue doti creative in tal senso, sono state: “Dura Lex”, realizzato per la produzione del Theatre De Poche, e “Le parole per Angela” di Giuseppe Miale di Mauro e Mario Gelardi con Maria Basile, e ancora , “Volevo diventare brava!” per la produzione del Theatre De Poche, in prima assoluta in Italia, tratto dall’ultimo testo di Eve Ensler, “Il corpo giusto”, dopo il conclamato successo de “I monologhi della vagina”.

Un suo applauditissimo lavoro di regia è stato “L’altro magnifico Jerry”, retrospettiva storica sulla vita del grande Jerry Lewis, in scena a Benevento Città Spettacolo 2010, festival del teatro diretto da Giulio Baffi.

Il suo ultimo lavoro di regia è stato “Monnezza” di Carmine Borrino, andato in scena nel marzo 2013 presso la Galleria Toledo di Napoli, con importanti interpreti quali Ernesto Lama, Rosaria de Cicco, Gennaro Silvestro. Nella stagione 2013-2014 e in quella 2014- 2015 è interprete nella compagnia di Carlo Buccirosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *