MASSIMO DE MATTEO

  massimo new york

Attore, regista, autore. Ha interpretato ruoli drammatici, comici, brillanti, a Teatro, al Cinema e in Televisione. Inizia il suo percorso formativo contemporaneamente agli studi di Architettura.Si iscrive prima alla scuola di recitazione diretta da Mariano Rigillo dove è docente Mario Santella col quale approfondisce lo studio sulla tragedia greca e che lo dirigerà in ”Amleto non abita più qui”, spettacolo da lui scritto diretto ed interpretato. Dal 1996 frequenta i laboratori di Renato Carpentieri, Barbara Valmorin, Fabio Mangolini, e studia Commedia dell’Arte, recitazione, drammaturgia teatrale, tecniche di improvvisazione, regia. Lo stesso Carpentieri gli affiderà, poi, ruoli di protagonista negli spettacoli da lui diretti, come “La Nascita Del Teatro”, che segnano una prima collaborazione con la compagnia Libera Scena Ensemble.Nel 1997, diretto da Mico Galdieri, è il Vignarolo al fianco di Erika Blanc e Armando Bandini ne “L’Astrologo” di Giovan Battista Della Porta. Questa interpretazione gli varrà il Premio Girulà come Miglior Attor Giovane della stagione. Nel ’98 è Laerte nell’ ”Amleto” diretto da Tato Russo e Sganarello nel ”Don Giovanni” di Bertold Brecht diretto da Franco Però.Nel 2000 Lorenzo Salveti gli affida il ruolo di Cleonte ne ”Il Borghese gentiluomo” di Moliere interpretato da Peppe Barra.Lo stesso anno diviene socio del Theatre de Poche-Teatro Tascabile, compagnia fondata nel ‘92 ed allora diretta da Lucio Allocca. Progetta con Andrea Marrocco lo Spazio di via Salvatore Tommasi 15 che prenderà appunto il nome di “Theatre de Poche”, luogo di sperimentazione, elaborazione e incontro con artisti di fama nazionale e internazionale, attualmente sede di programmazioni teatrali di grande riscontro e di un laboratorio permanente. Qui debutta in anteprima nazionale uno spettacolo di grande successo sui Fratelli Marx: ”I figli di mamma Minnie”, diretto da Lucio Allocca e scritto da Lucio Allocca e da Sergio Di Paola. Nel 2001, diretto da Livio Galassi è il protagonista di “Il Mercante e la Schiava Contesa” da Mercator di Plauto. Nel 2004 è il protagonista de ”L’ultima corsa di Fred” scritto da Mario Gelardi e Giuseppe Miale di Mauro e diretto da Peppe Miale. Dal 2003 al 2006 in “Napoli Milionaria!” di Eduardo De Filippo, diretto da Francesco Rosi, è stato al fianco di Luca De Filippo nel ruolo del ragioniere Riccardo Spasiano. Nel 2005 Renato Carpentieri lo dirige nel ruolo del Capitano Spagnolo ne “La Tabernaria” di Giovan Battista della Porta, spettacolo prodotto dal Mercadante Teatro Stabile di Napoli.Nel 2006 diviene il Direttore Artistico del Theatre De Poche con Sergio Di Paola e Peppe Miale. Nell’estate 2007 in occasione della Biennale debutta al Teatro Goldoni di Venezia nello spettacolo ”La Pupilla” di Carlo Goldoni diretto da Giuseppe Argirò, al fianco di Pamela Villoresi. Ancora nel 2007 dirige e interpreta lo spettacolo “Don Giovanni & figli” di Eduardo Tartaglia e Sergio Di Paola ed è il Reduce in “Festa Di Piedigrotta” di Raffaele Viviani diretto da Nello Mascia. Nel 2008 è coautore con Sergio Di Paola e protagonista dello spettacolo “L’altro magnifico Jerry” diretto da Peppe Miale che in una versione definitiva debutta nel 2010 al Festival di Benevento Città Spettacolo in coproduzione col Napoli Tetro Festival.Ancora nel 2008 è il protagonista dello spettacolo “A Sciaveca” di Mimmo Borrelli, prodotto dal Teatro Mercadante Teatro Stabile di Napoli , diretto da Davide Iodice debuttando al Festival di Spoleto.Nel 2009 è coprotagonista nel musical “Masaniello” scritto e diretto da Tato Russo.Lo stesso anno rileva la compagnia diretta da Lucia Ragni “Attori Insieme” e di cui attualmente è il Direttore Artistico. La Compagnia rifondata e ribattezzata col nome di “Le Pecore Nere”, debutta con un monologo da lui diretto, tratto da un racconto di Maurizio De Giovanni “Juve-Napoli 1-3” interpretato da Peppe MialeDal 2010 al 2012 è stato coprotagonista ne “Le bugie con le gambe lunghe” di Eduardo De Filippo diretto e con Luca De Filippo e questa interpretazione gli è valsa il Premio “LE MASCHERE DEL TEATRO” ex OLIMPICI come migliore attore emergente.Nel 2012 ha diretto e prodotto lo spettacolo “Ti racconto il 10 Maggio” tratto dall’ omonimo racconto di Maurizio De Giovanni. Sempre dal 2012 è ne “La Grande Magia” di E. De Filippo diretto da Luca De Filippo nel ruolo del protagonista Calogero Di Spelta in scena per tutta la Stagione 2013/2014. Nell’estate 2013 ha diretto lo spettacolo “Pulcinella e l’Erede Universale”scritto in collaborazione con Sergio Di Paola e liberamente tratto da”L’Eredità di Pulcinella” di Carlo Sigismondo Capace.Ha lavorato al Cinema, alla Radio, in Televisione e come doppiatore al fianco dei più importanti protagonisti e professionisti del settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *